Socializzazione precoce: il tuo cucciolo e’ pronto per il mondo esterno?

Esporre il cucciolo ad esperienze ed ambienti diversi è un passo molto importante del suo processo di apprendimento. Il fine è quello di sviluppare un sano benessere mentale ed imparare che il mondo è un posto bello e divertente da esplorare. Questo può essere raggiunto solo attraverso una corretta e costante stimolazione.

La socializzazione è un processo fondamentale per lo sviluppo intellettivo del cane e va costruita attraverso l’interazione dello stesso con cose, odori, persone, altri animali, ecc.

Portare il tuo cucciolo ad un corso di addestramento è un ottima idea per iniziarlo alla socializzazione e per fargli conoscere una più consistente varietà di esperienze.

Tuttavia, il socializzare richiede per il cucciolo uno sforzo molto maggiore rispetto ad apprendere dei comandi durante un addestramento. La socializzazione insegna al cane l’interazione con situazioni diverse e un esplorazione sana, attenta e priva di paure del mondo che lo circonda.

La socializzazione dovrebbe iniziare ancor prima che l’animale giunga a casa tua. Dovrebbe già essere l’allevatore a sottoporre il cane insieme al resto della cucciolata ad una serie di vari stimoli pochi giorni dopo il parto. Per esempio, la cuccia dovrebbe essere composta alternando diversi materiali in modo da abituare il cucciolo ad adattarsi a superfici di consistenza diversa.

Oggetti come palle, giocattoli cigolanti, involucri vari, sacchetti di plastica ed altro, dovrebbero essere introdotti lentamente ma frequentemente nella vita del cucciolo. Questo aiuta il cane ad avvicinarsi al “nuovo” con più sicurezza e fiducia.

Ecco un elenco di cose e situazioni a cui il cane dovrebbe essere gradualmente esposto fin dai primi giorni dopo la nascita:

* I rumori degli elettrodomestici

* Il viaggio per recarsi dal veterinario.

* Salire e scendere le scale.

* L’incontro con persone di età diverse

* L’incontro con altri cuccioli (guidato ed assistito dai padroni).

* La conoscenza di persone che utilizzano sedie a rotelle, deambulatori, stampelle e bastoni.

* La conoscenza di persone che indossano cappucci, cappelli, vestiti e divise appariscenti.

* L’osservazione di bambini che giocano.

* L’osservazione di altri piccoli animali come uccelli e scoiattoli.

* Il trasporto in auto dentro la sua gabbia con i finestrini chiusi.

* IL traffico leggero

* I fasci di luce.

* Aquiloni e palloncini

* Introdursi per giocare in cassette, sacchetti di carta armadi ecc.

* Testare suoni ed odori di luoghi e di cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi