Localizzatori GPS per cani: come scegliere quello giusto

Chi possiede un cane o un gatto conosce perfettamente la brutta sensazione che si prova se il peloso si allontana o rientra tardi a casa. Questo vale per gli amici a 4 zampe che girano in giardino o nelle vicinanze dell’abitazione e potrebbero smarrirsi.

Con il supporto della tecnologia oggi è possibile controllare sempre il proprio cane o gatto, grazie ai localizzatori gps e alla geolocalizzazione. Si tratta di dispositivi appositamente pensati per individuare con molta precisione la posizione dell’animale. Vengono attaccati al collare e possiamo vedere il posto in cui si trovano sulla mappa del tablet e dello smartphone.

Diciamo subito che questi sistemi gps non danno nessun fastidio agli animali e non impediscono in nessun modo i loro movimenti. Anche un cane portato al guinzaglio potrebbe inavvertitamente sfuggire al controllo del proprio padrone perché spaventato o per una disattenzione.

Con il localizzatore satellitare sarà decisamente più facile ritrovare gli adorati pelosi o semplicemente monitorarne i percorsi e le passeggiate, per sapere quali sono le loro abitudini fuori casa.

I tracker, altro nome per questi dispositivi, utilizzano tre o più satelliti per localizzare l’animale e sono molto precisi. Riescono infatti a trasmettere la sua posizione con uno scarto minimo, non superiore ai 5 metri, in pochissimi secondi.

Tipologie, caratteristiche e funzionamento

L’acquisto di un tracker per non perdere mai di vista l’amico a 4 zampe è altamente consigliato. Prima però bisogna conoscere le principali caratteristiche di questi sistemi perché non sono tutti uguali.

Ci sono dispositivi con maggiori funzionalità ed è il caso di valutare i migliori sul mercato per rapporto qualità-prezzo, materiali ed ergonomia, dimensioni.

Come anticipato il sistema sfrutta la geolocalizzazione e attraverso il segnale satellitare invia ad un dispositivo l’esatta posizione dell’animale. Il gps viene agganciato al collare o alla pettorina ed in alcuni modelli è previsto l’uso di una sim telefonica, con o senza abbonamento.

Come si carica

Il localizzatore per cani si ricarica con il cavetto USB come i cellulari. Ha batterie ricaricabili di durata diversa a seconda dell’uso e dei modelli. In genere funziona regolarmente dai 2 ai 5 giorni: il tempo varia anche in base alle funzioni aggiuntive del dispositivo.

Come si collega

Per vedere la mappa con la posizione del cane è necessario collegare il tracker con uno smartphone o altro dispositivo. Quasi tutti i localizzatori sono compatibili con i sistemi IOS e Android. Possibile però anche ricevere un sms o usare il gps attraverso internet.

Ci sono modelli di localizzatori che sono dotati di ricevitori per cui non serve nemmeno configurare il GPS con il cellulare. Questi dispositivi hanno un display ed emettono dei segnali acustici quando ci si trova nei pressi dell’animale.

Il recinto virtuale

I localizzatori top di gamma oltre alla funzione di geolocalizzazione sono dotati del recinto virtuale. Sulla mappa si delimita un tratto o una zona limite nel quale l’animale può girare liberamente. Quando il pet supera il confine stabilito il padrone riceverà immediatamente una notifica che gli segnala l’allontanamento.

L’importanza del peso

Tra le caratteristiche da osservare prima di acquistare un gps c’è quella relativa alla taglia e al peso dell’animale. I produttori infatti su molti modelli indicano il peso minimo dell’animale, da 4 a 5 kg.

Per le razze di cani molto piccoli o per i gattini bisogna scegliere modelli specifici che non arrechino danni all’animale.

Resistenza all’acqua

Un aspetto da non trascurare prima dell’acquisto del localizzatore è la sua impermeabilità. E’ di fondamentale importanza perché l’animale che gira all’aperto si può bagnare e il GPS deve essere resistente agli agenti atmosferici.

I modelli non impermeabili di solito sono ricoperti con una custodia protettiva che li preserva dall’umidità.

GPS con o senza abbonamento

I modelli con abbonamento hanno un costo superiore perché si paga un abbonamento mensile oppure una ricarica in anticipo di 6 o 12 mesi.

I localizzatori senza abbonamento utilizzano invece un segnale radio e non hanno bisogno né di gestore telefonico né di SIM. E’ utile valutare anche questa caratteristica prima di comprare il dispositivo perché il prezzo come si può intuire cambia di molto.

Conclusioni

Il localizzatore GPS per animali è dunque un’invenzione utilissima che rileva tutta la sua efficacia perché gli amici a 4 zampe non rischiano più di perdersi.

E’ una garanzia di sicurezza per il padrone che può tenere sempre sotto controllo gli spostamenti del cane o del gatto.

Dove comprare il GPS per cani

Vi consiglio due modelli di collari satellitari per cani che risultano fra i più quotati su Amazon:

29,99€
89,90
disponibile
5 nuovo da 29,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 07/10/2019 13:38
Ultimo aggiornamento il 07/10/2019 13:38

Caniepadronifelici

Ho vissuto senza animali domestici per 30 anni, anni accompagnati dalla paura verso cani e gatti che mi è stata trasmessa da mia madre. Oggi mi chiedo come abbia potuto vivere tanti anni senza la loro compagnia. Se non si è capito ci siamo conosciuti, la paura è passata e siamo diventati grandi amici :)

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi