Dove lasciare il cane per le vacanze



Trovare un posto in cui lasciare gli animali domestici quando si parte per le vacanze è un grosso impegno. Bisogna essere certi di avere a che fare con persone fidate, ma anche che l’esperienza per il pelosetto di turno non sia troppo traumatica.

D’altro canto portare con sé in vacanza cani o gatti purtroppo non sempre è possibile e non sempre è facile come si vorrebbe. Lo stress del viaggio, la perdita delle abitudini quotidiane e l’impatto con un posto sconosciuto infatti di norma infastidiscono gli animali domestici. Ecco allora qualche utile consiglio a cui fare riferimento.

Come preparare il cane alle vacanze

Qualsiasi amico a quattro zampe risentirà sempre e comunque della tua assenza o della scelta di lasciarlo per qualche giorno in un ambiente a lui sconosciuto e con persone diverse da quelle che frequenta quotidianamente. Per questo motivo è importantissimo provare a preparare psicologicamente la bestiola. Per prima cosa cerca perciò di individuare tutte le necessità irrinunciabili per il tuo cane o per il tuo gatto. Tieni sempre in considerazione carattere, abitudini, eventuali malattie e via discorrendo.

Qualche settimana prima di partire comincia ad abituare i tuoi pelosetti a quello che dovranno affrontare: esci e lasciali da soli un po’ di più, magari in orari diversi rispetto a quelli che scegli abitualmente per sbrigare le tue commissioni fuori casa.

Infine stila una sorta di decalogo da consegnare alla persona che si prenderà cura della bestiola nei giorni della tua assenza. Sii preciso all’inverosimile: includi gli orari di pappa e passeggiata, specifica quali sono i giocattoli che più ama, descrivi il suo carattere e non esitare a segnalare dei contatti d’emergenza.

Dove lasciare gli animali domestici quando si va in vacanza

Non si direbbe, ma ci sono davvero tante opzioni tra cui scegliere. Ecco le più gettonate.

Pensione per animali

Si tratta di strutture specializzate nella cura e nella gestione degli animali. La tua bestiola in un posto del genere magari si farà nuovi amici e socializzerà con i suoi simili. Considera però che si tratta di una soluzione spesso abbastanza costosa e che prima di affidare ad una pensione il tuo amico a quattro zampe dovrai verificare che la struttura possieda tutte le autorizzazioni del caso. Inoltre dovrai accertarti che l’esperienza possa essere per l’animale poco traumatica. A questo proposito leggi l’articolo “come scegliere la pensione per cani”: magari ti sarà utile.

Il dog sitter

Una delle prime opzioni che potresti tenere in considerazione è quella del dog sitter. Dopo esserti accertato che si tratti di una persona corretta e capace di prendersi cura di un animale, consegnagli le chiavi di casa e lascia che dorma qui per qualche notte. In questo modo il tuo cucciolo non dovrà adattarsi ad un nuovo ambiente e si sentirà confortato dalla presenza di oggetti che gli sono ormai familiari. Ti consigliamo comunque di fargli prendere confidenza con il dog sitter già prima che tu parta.

Se non ti piace l’idea che un estraneo soggiorni in casa tua fai in modo che l’educatore vada soltanto a trovare l’animale secondo schemi orari che concorderete a priori. Se sei alla ricerca di un buon dog sitter chiedi informazioni al veterinario di fiducia oppure cerca online, magari avvalendoti del supporto di agenzie qualificate.

Vicini di casa, amici o conoscenti

L’ideale comunque è sempre l’opzione numero tre: affidare la bestiola alle cure di amici o vicini. Ti basterà fornire al prescelto tutte le indicazioni del caso e dar modo al cucciolo di prendere confidenza con il supplente del suo umano preferito e tutto andrà per il meglio. Orientati su qualcuno che abbia un buon rapporto con Fido&Co. e che comunque sia abituato a trattare con gli animali.