Curare il pelo del cane: tecniche di stripping e trimming


Toelettatura cane

Avere cura del proprio cane significa fare attenzione anche a tutta una serie di aspetti che possono apparire secondari, ma che invece diventano fondamentali per far sì che il nostro amico possa vivere bene ed evitargli fastidiose problematiche.

Una di queste pratiche è senza dubbio la toelettatura, che va effettuata con grande meticolosità e anche con una certa costanza, fino a diventare una vera e propria abitudine.

Non c’è razza di cane che può fare a meno della toelettatura, comprese quelle con il pelo non troppo lungo e folto.

Perché è importante garantire al nostro “pet” un’adeguata toelettatura?

Prima di tutto per una questione meramente estetica, che consente all’animale di sentirsi più a suo agio e quindi sereno e felice.

Ma tosare il nostro amico peloso, come accennato in precedenza, è molto importante anche per garantirgli una buona salute: ecco perché va eseguito il taglio del pelo, ma anche shampoo e un’attenta pulizia di determinate parti del corpo (ad es. le unghie e le orecchie).

In genere, le tosature più comuni si differenziano in due tipologie: lo stripping e il trimming, che è sempre meglio far eseguire da uno specialista del settore.

Tosare il cane: una pratica imprescindibile

Il cane va tosato fin dai suoi primi mesi di vita, e le motivazioni sono sostanzialmente due.

La prima è la garanzia di un pelo forte e robusto, che avverrà più facilmente se cominceremo a tosare l’animale fin da piccolo; la seconda è l’abitudine alla toelettatura per il nostro amico a quattro zampe.

La tosatura, infatti, non è esattamente il momento che i cani apprezzano di più (anzi…): meglio abituarlo fin da quando è cucciolo, affidandosi magari ad un bravo professionista.

Toelettatura, le tecniche di Stripping e Trimming

Ci sono alcune razze di cani caratterizzate da un pelo piuttosto “duro”. In questi casi la toelettatura può risultare più difficile, specialmente per coloro che non hanno abbastanza dimestichezza con questa pratica. Ecco perché in determinate situazioni si prediligono tecniche come lo stripping e il trimming.

Lo stripping va ad agire nella zona del sotto-pelo, andando ad estirpare in maniera definitiva la peluria morta e superflua.

Questa eliminazione è fondamentale perché consente una rigenerazione naturale al pelo che si trova in superficie, evitando al nostro amato cane anche i fastidi classici che si presentano in questi casi (in primis il prurito, ndr).

Come detto, per garantire un’ottima efficacia dello stripping è bene effettuare questa tecnica fin dai primi mesi di vita del cane (più o meno dai 4 mesi in su).

Per procedere alla rimozione del pelo morto, gli specialisti utilizzeranno dei coltellini senza lame pensati e realizzati appositamente per questa tecnica.

Lo stripping va praticato almeno una volta ogni 4 mesi, ed è raccomandabile non optare per soluzioni personali (specialmente se non si è molto esperti) ma piuttosto affidarsi alle sapienti mani dei professionisti: un taglio sbagliato facilita una cattiva crescita del pelo, con possibili complicanze per il nostro “pet”.

Assieme allo stripping, risulta molto gettonata anche la tecnica del trimming.

Questa particolare tosatura viene effettuata ad un mese di distanza dallo stripping e consiste in una sorta di “ripasso” che permette di tenere il pelo del cane sempre molto ordinato.

Sebbene la pratica del trimming viene consigliata a tutti i cani, la si ritrova più facilmente sugli amici a 4 zampe che si cimentano in competizioni.

Stripping e Trimming: i cani più “indicati” per queste toelettature

Come si deve lavare il cane e quali sono le razze di cani più adatte all’utilizzo di tecniche di tosatura come (stripping o trimming) e ogni quanto si deve lavare un cucciolo a pelo lungo?

Come scritto in questo articolo su dicasafalcone.com, i cani con il pelo medio-lungo sono quelli che si prestano maggiormente: i Golden Retriever, quindi, ma anche i Cocker e i Collie sono perfetti per ricevere queste toelettature.

Lo stripping e il trimming sono consigliati anche sul Pastore Tedesco Alsaziano, sul Barboncino, sul Volpino di Pomerania e su alcuni Terrier come lo Scottish Terrier e il West Highland White Terrier.

Sono tutte tipologie di cani caratterizzate da un pelo non così semplice, ed è per questo che è necessario applicare un trattamento “speciale”, possibilmente a cura di uno specialista.

Quanto può costare un intervento di toelettatura con tecniche di stripping e trimming per il nostro amico peloso?

In genere bisogna mettere in conto una spesa che si aggira sulle 100 euro, anche se in certi casi possiamo cavarcela con un’ottantina di euro: dipende molto anche dalla grandezza dell’animale e dalle condizioni della sua peluria.

A prescindere dal costo, una corretta toelettatura è irrinunciabile se si tiene davvero al proprio cane: l’amore per gli animali si dimostra anche garantendo loro le giuste attenzioni fin dal primo giorno.