cane maltese

Per il cane maltese, senza addentrarci nelle complesse disquisizioni che dividono gli studiosi circa le sue origini, l’isola di Malta dovrebbe rappresentare il suo luogo di origine, da cui il nome,  anche se altri propendono per la Sicilia. Più in generale si può ritenere che il cane maltese, animale grazioso ed elegantissimo, provenga da un paese dell’Area Mediterranea. Il cane maltese rappresenta una razza molto antica, si registrano sue tracce già nelle case dei nobili romani. Dal punto di vista della razza, le  origini del cane maltese si fanno risalire ai “melitensi”, cani piccoli dal manto bianco, cui fa riferimento Aristotele. Il cane maltese, un tempo impiegato sulle navi e nei porti commerciali per la caccia ai topi, è oggi uno dei classici ed eleganti cani da salotto, un tipico ed eccellente cane da compagnia, molto apprezzato dai personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo e dalle famiglie di rango. Fu grazie al loro girovagare, ospiti di navi mercantili, che ben presto si diffusero in tutti i paesi del Mediterraneo.

Caratteristiche fisiche

Questo vivacissimo cane, dal pelo lungo e bianco, di origine italiana è veramente molto piccolo, il cui peso oscilla tra i 3 ed i 4 Kg, mentre l’altezza al garrese oscilla tra i 20 ed i 25 cm, con una lunghezza che oscilla tra i 27 ed i 35 centimetri circa. In particolare le dimensioni ed il peso del cane maltese variano in funzione del sesso. Oltre ad essere un eccellente cane da compagnia, il cane maltese nonostante la sua insignificante stazza, può ritenersi anche un cane da guardia per la tempestività con la quale avverte la presenza di estranee. In considerazione del suo pelo particolarmente lungo, il cane maltese necessita di essere periodicamente pettinato e spazzolato.